Ultime Notizie
Home / Notizie / Anche a Catania raccolta firme a sostegno di una legge nazionale sulla non autosufficienza promossa dai sindacati dei pensionati

Anche a Catania raccolta firme a sostegno di una legge nazionale sulla non autosufficienza promossa dai sindacati dei pensionati

Banchetti dal 4 novembre dalle ore 9,30 alle ore 13 alla Villa Pacini, lato Pescheria; in Corso Sicilia solo giorno 8 novembre

Anche da Catania parte il sostegno per una legge nazionale sulla non autosufficienza promosso da SPI Cgil, FNP Cisl e Uil Pensionati. I banchetti per la raccolta delle firme dei cittadini saranno allestiti a Catania oggi lunedì 4 novembre dalle ore 9,30 alle ore 13 in Villa Pacini, lato Pescheria. La raccolta proseguirà l’8 novembre in Corso Sicilia dalle ore 9,30 alle ore 13.

“È necessario che i diritti delle persone non autosufficienti non restino sulla carta – spiegano i segretari delle tre sigle per i pensionati Carmelo De Caudo, Pietro Guglielmino, Maria Pia Castiglione e Antonino Lombardo -. Nel nostro paese ci sono 3 milioni di persone non autosufficienti, la maggior parte delle quali sono anziane. Un’emergenza nazionale di cui nessuno parla.
Un peso insostenibile per milioni di famiglie, che se ne fanno carico da sole e che rischiano di finire in povertà. La risposta delle istituzioni è stata finora inadeguata, disorganizzata e frammentata nella spesa, nelle risorse, negli interventi, nei servizi e nelle responsabilità tra enti diversi”.

In particolare, la piattaforma nazionale di Spi Cgil, FNP Cisl e Uil Pensionati, sottolinea “la necessità di ripristinare un sistema di rivalutazione equo che tuteli il potere d’acquisto delle pensioni; la ricostruzione del montante come base di calcolo per chi ha subìto il blocco negli anni precedenti; l’allargamento della platea dei beneficiari della 14esima; la separazione della previdenza dall’assistenza; il taglio delle tasse anche per i pensionati, perché le pagano più di tutti; una seria lotta all’evasione e all’elusione fiscale; un adeguato finanziamento del Servizio Sanitario nazionale per permettere a tutti di curarsi; il superamento delle liste d’attesa e l’abolizione dei ticket; gli essenziali di assistenza sanitaria garantiti e uguali in tutto il Paese; gli investimenti nella medicina del territorio, nelle cure intermedie e nella domiciliarità; una legge nazionale sulla non autosufficienza a sostegno di milioni di anziani e delle loro famiglie; un paniere Istat più rappresentativo dei consumi specifici delle persone”.

Rmdn

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*