Ultime Notizie
Home / Notizie / Catania. Assemblea in Cgil con il vice segretario generale della Cgil, Gianna Fracassi, sul documento “Il lavoro si fa strada”

Catania. Assemblea in Cgil con il vice segretario generale della Cgil, Gianna Fracassi, sul documento “Il lavoro si fa strada”

“Non è una campagna della Cgil e neppure una sperimentazione, ma un modo concreto per rimettere in campo un’iniziativa dei lavoratori”

Fare sindacato in una città come Catania implica uno sforzo sempre più forte. In un Comune colpito dal dissesto e a rischio desertificazione a causa della fuga dei più giovani, “fare contrattazione” è diventato un impegno complicato.
È un’analisi “interna ma non troppo” quella avvenuta stamattina nella sala Russo della Cgil insieme a Gianna Fracassi, vicesegretaria generale della Cgil nazionale, nel corso dell’assemblea sul documento “Il Lavoro si fa strada” che ha consegnato un’analisi puntuale di quanto avvenuto negli ultimi 20 anni in Italia e in Europa. Presente anche il segretario generale della Cgil Sicilia, Alfio Mannino.

I lavori, ai quali ha partecipato il gruppo dirigente, sono stati introdotti dal segretario generale della Camera del Lavoro di Catania, Giacomo Rota, che oltre ad avere fatto il punto sui grandi nodi di crisi lavorativa ed e economica della città, ha sottolineato che “Attuare la Contrattazione di secondo livello, derogando così ai contratti nazionali, per il nostro territorio non è un’operazione frequente, poiché le nostre sono in maggioranza piccole imprese – ha spiegato -. Per quel che riguarda la contrattazione territoriale, è rarissimo un ente o un Comune in grado di poterlo fare, perché o in dissesto o in pre dissesto”. Una scommessa, dunque, che la Cgil lancia giorno dopo giorno, come dimostrano anche i confronti complicati e quotidiani nell’ambito dei servizi sociali in crisi, o nelle industrie sempre più in difficoltà.

Dopo gli interventi dei segretari generali di Filcams Davide Foti, di Fillea Giovanni Pistorio, di Fp Turi Cubito, della FLC Tino Renda, e di molti appassionati rappresentanti aziendali, il segretario Alfio Mannino, ha segnalato la “necessità di indire assemblee anche fuori dai luoghi di lavoro e dunque in tutti i territori in cui si possa parlare in termini di contrattazione condivisa; non solo rivolgersi ai lavoratori, dunque, ma a tutti i cittadini”.
L’analisi della vice segretaria generale, Gianna Fracassi, ha puntato sul fatto che quella de “Il Lavoro si fa strada” non è una campagna della Cgil e neppure una sperimentazione, ma un modo concreto per rimettere in campo un’iniziativa dei lavoratori. È il momento di esercitare un tentativo di contrattazione inclusiva”.

Rmdn

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*