Ultime Notizie
Home / Notizie / Catania. Emergenza Coronavirus sindacati chiedono videoconferenza urgente in Prefettura con Comune, INPS, parti sociali e datoriali per limitare i danni

Catania. Emergenza Coronavirus sindacati chiedono videoconferenza urgente in Prefettura con Comune, INPS, parti sociali e datoriali per limitare i danni

“Subito sostegno al reddito. Arrivare preparati alla conta dei danni e con meno conseguenze possibili”

Cgil, Cisl, Uil e Ugl di Catania chiedono un tavolo provinciale in Prefettura per l’emergenza Coronavirus, nel quale dovranno essere affrontati urgentemente i due temi oggi prioritari: la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori in piccole e grandi aziende ed enti pubblici, attivando tutti gli organismi di controllo sull’osservanza delle prescrizioni per l’impiego dei DPI e il ricorso agli ammortizzatori sociali, anche straordinari, con il coinvolgimento di Comune, di tutte le sigle sindacali, dell’Inps, e in generale di tutte le parti sociali e datoriali.

Le segreterie delle organizzazioni sindacali dei lavoratori ribadiscono che in una città complessa, già colpita dalla crisi finanziaria del 2008 e dal dissesto economico finanziario del Comune, sia urgente organizzare subito una video conferenza per trovare soluzioni concrete affinché i lavoratori e le imprese, soprattutto quelle più piccole, ma anche più in generale quelle che compongono il tessuto economico catanese, trovino conforto con il sostegno al reddito.

«Il tempo a nostra disposizione è finito – sottolineano i segretari generali delle quattro sigle sindacali, Giacomo Rota, Maurizio Attanasio, Enza Meli e Giovanni Musumeci – ecco perché insistiamo nel chiedere un incontro, prendendo anche spunto da un’analoga istanza della Commissione consiliare al Lavoro, sulla quale il sindacato insiste già da settimane.
Ora è opportuno e doveroso che l’amministrazione comunale e della città metropolitana si decidano a ripartire proprio da questo passaggio essenziale di concertazione – concludono Cgil, Cisl, Uil e Ugl di Catania – perché quando l’emergenza Coronavirus sarà terminata, dovremo fare la conta dei danni. A tale scadenza pensiamo come a una data inderogabile alla quale dobbiamo arrivare preparati e con meno conseguenze possibili».

Rmdn

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*