Ultime Notizie
Home / CGIL Catania / Catania. Violenza domestica, al via servizio on line per le donne “Ascolto e consulenza al tempo del Coronavirus”

Catania. Violenza domestica, al via servizio on line per le donne “Ascolto e consulenza al tempo del Coronavirus”

Si attiva il sostegno contro la violenza domestica e i rischi psico-sociali nel lockdown. In via Crociferi il “Centro donne” intitolato a Elvira Colosi

Si chiama “Ascolto e consulenza al tempo del Coronavirus”, ed è il nuovo sportello per le donne costrette a fronteggiare da sole la violenza domestica e sottoposte a rischi psico-sociali come lo stress lavoro-correlato, ma anche alle pressioni del più tradizionale lavoro di cura e gravose responsabilità familiari rese ancora più difficili in questi giorni di lockdown. Il servizio, in questi giorni on line, è a cura del Dipartimento Politiche di genere della Cgil di Catania e dell’Associazione onlus “ Es.na – Consulenze di genere” e si avvale della collaborazione di esperte (avvocate, psicologhe, assistenti sociali) in collaborazione con gli altri  servizi attivi della Cgil.

Partner dello sportello sono Spi, Fisac e Auser di Catania. Il servizio è del “Centro ascolto donne” di via Crociferi che è adesso intitolato ad Elvira Colosi, sindacalista catanese della Cgil, attivista dell’UDI e da sempre impegnata al fianco delle donne. È possibile chiamare o inviare un messaggio in chat al numero 338.420.13.69 o telefonare  al fisso 095 – 715.87.76 o ancora, inviare una email all’indirizzo : dip.politichedigenere.ct@cigilsicilia.it.

Il team è composto da:

  • Daniela Catania, psicologa, esperta di differenze di genere e pari opportunità, rischi psicosociali e stress lavoro-correlato, conciliazione tempi di vita e di lavoro, supporto psicologico contro la violenza di genere.
  • Pina Ferraro Fazio, assistente sociale e Consigliera di parità. Esperta nel contrasto e ad ogni forma di  violenza contro le donne e nelle problematiche psicosociali relative a discriminazione, mobbing, molestie sessuali.
  • Maria Fatima Malgioglio, avvocata  del foro di Catania, esperta in Criminologia, specializzata nelle tematiche dei delitti in famiglia e nella tutela dei diritti dei minori.
  • Enza Pappalardo, responsabile Politiche di genere Fisac regionale, consulente economico-finanziaria e anche psicologa.
  • Angela Battista, responsabile Politiche di genere CGIL Catania.

“In questi giorni drammatici la responsabilità della cura familiare continua a gravare  soprattutto sulle donne, e diventa  sempre più complessa  e difficile da conciliare con la vita professionale. Alle donne è demandato il maggior onere nell’assistenza delle persone anziane e di quelle con particolari fragilità e/o disabilità. Queste, a causa delle limitazioni precauzionali, oggi più che mai dipendono dalle cure parentali, vivono in solitudine e necessitano di supporto.

Le donne madri si trovano a dover contenere le crisi dei figli, soprattutto degli adolescenti che vivono con particolare angoscia la reclusione domiciliare, a doverli sostenere nello studio a distanza e in alcuni casi a doversi sostituire in toto ad insegnanti ed educatori – spiegano il segretario generale della Cgil di Catania, Giacomo Rota e la responsabile del Dipartimento di genere della Cgil,  Angela Battista, che dello sportello è ideatrice e responsabile -.

In questa situazione ritagliarsi spazi domestici isolati per lo smart working può essere particolarmente difficile, comportando ansia e stress derivanti dal difficile equilibrio tra lavoro e vita domestica e da un carico di impegno sempre più gravoso. Spesso i tempi di lavoro si dilatano e ci si ritrova costantemente reperibili. L’emergenza in atto, infine, comporta soprattutto un maggior rischio di violenza domestica dovuta, da un lato, all’aumento delle dinamiche violente intrafamiliari e, dall’altro, alla forzata permanenza a casa”.

Rmdn

1 Commento

  1. Finalmente un servizio così importante è anche a Catania. Bella iniziativa. Complimenti agli organizzatori!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*