Ultime Notizie
Home / Notizie / Vandalizzata auto direttore Cassa Edile di Catania, Giuseppe Oliva. Fillea e Cgil:”Massima solidarietà e anche preoccupazione. Ma il mondo del lavoro non si piega”

Vandalizzata auto direttore Cassa Edile di Catania, Giuseppe Oliva. Fillea e Cgil:”Massima solidarietà e anche preoccupazione. Ma il mondo del lavoro non si piega”

“Catania è una città che giorno dopo giorno rivela le proprie energie, moltissime positive, alcune contraddittorie e malate. Il mondo del lavoro non si piega e ci auguriamo che l’episodio sia isolato”

L’automobile di Giuseppe Oliva, direttore della Cassa edile di Catania, è stata vandalizzata venerdì notte mentre si trovava parcheggiata davanti l’abitazione del direttore. Sono stati infranti tutti i vetri, e nonostante siano stati aperti i cassetti e il cruscotto, i responsabili non hanno portato via nulla, neppure i 10 euro che erano stati dimenticati nel portaoggetti. La radio è stata divelta ma non portata via.

La segreteria della Fillea Cgil (il sindacato degli edili) e della Cgil di Catania, insieme alla Fillea Cgil Sicilia esprimono “massima solidarietà ad Oliva, ma anche preoccupazione per un nuovo atto che offende il mondo del lavoro – dichiarano Giovanni Pistorio, segretario generale della Fillea, unitamente al segretario regionale Mario Ridulfo ed al segretario della Camera del lavoro Etnea, Giacomo Rota –. La cassa edile è un ente paritetico tra sindacati e datori di lavoro per gli addetti al settore dell’edilizia che eroga benefici e gestisce un importante pezzo per la regolarizzazione delle aziende che partecipano alle gare d’appalto. Tutto questo spesso diventa appetibile per una fetta deviata di colletti bianchi. Catania è una città che giorno dopo giorno rivela le proprie energie, moltissime positive, alcune contraddittorie e malate. Il mondo del lavoro non si piega e ci auguriamo che l’episodio sia isolato. In caso contrario, troveranno solo resistenza e orgoglio da parte di chi lavora giorno dopo giorno per la legalità”.

Rmdn

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*