Ultime Notizie
Home / Comunicati Stampa / Acoset, i sindacati incontrano la nuova governance aziendale. “Situazione difficile con l’aumento dei costi, ma pronti a collaborare per evitare problemi a lavoratori e utenti”

Acoset, i sindacati incontrano la nuova governance aziendale. “Situazione difficile con l’aumento dei costi, ma pronti a collaborare per evitare problemi a lavoratori e utenti”

I segretari delle sigle provinciali Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e Ugl Chimici, insieme ai rappresentanti sindacali unitari ed ai dirigenti sindacali aziendali, hanno incontrato il neo presidente e il neo direttore di Acoset per l’avvio di un confronto sulle prospettive future della società di servizio idrico. Una riunione fortemente richiesta dagli stessi sindacati, non solo a seguito del recente cambio di governance della partecipata, con l’arrivo alla presidenza di Giovanni Rapisarda e in direzione di Antonio Coniglio, ma soprattutto alla luce delle criticità che sono emerse negli ultimi mesi con la crisi idrica e l’esponenziale aumento dei costi dell’energia.

“Ringraziamo presidente e direttore per aver accettato il nostro invito ad incontrarci il prima possibile per iniziare un dialogo che, auspichiamo, possa essere proficuo nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini che fruiscono dei servizi – dichiarano soddisfatti a nome delle rispettive sigle Jerry Magno, Giuseppe Coco, Alfio Avellino e Carmelo Giuffrida. Dalla relazione illustrata da Rapisarda e Coniglio abbiamo potuto appurare come, purtroppo, la situazione economica dell’azienda non è delle migliori, a causa dell’improvviso aumento di oltre il 100% delle spese principalmente legate alla fornitura di energia elettrica. Questo, sicuramente, comporterà una revisione in generale delle uscite e contemporaneamente anche un potenziamento dell’attività di recupero dei crediti ancora da incassare.

Da parte nostra – continuano i sindacalisti – come Cgil, Cisl, Uil e Ugl, avendo percepito ampia apertura da parte della stessa governance ed un evidente cambio di passo rispetto al passato, abbiamo espresso la massima disponibilità a collaborare per trovare le soluzioni più idonee a non gravare sui lavoratori e sull’utenza. Riteniamo importante, infine, che il rinnovato corso dell’Ambito territoriale idrico possa, una volta per tutte, fungere da coordinamento tra i vari acquedotti di questo territorio e che i Comuni, soci di Acoset, facciano la loro parte anche economica laddove è necessario. Siamo già pronti – concludono Magno, Coco, Avellino e Giuffrida – a rivederci per continuare un percorso che siamo convinti possa portare ad una svolta per l’intero settore, nel principale intento di rendere un servizio davvero funzionante alla giusta tariffa.”

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*