Ultime Notizie
Home / Notizie / Catania. Ripresi incontri tra sindacati e amministrazione. A gennaio il confronto sui temi caldi. “Prove tecniche di dialogo dopo una pausa forzata”

Catania. Ripresi incontri tra sindacati e amministrazione. A gennaio il confronto sui temi caldi. “Prove tecniche di dialogo dopo una pausa forzata”

Palazzo degli Elefanti – Foto di Francesco Lombardi

Sembra accolto il nostro d’allarme dei sindacati e l’invito a riaprire un dialogo costruttivo in continuità con quanto avveniva prima che il sindaco lasciasse il Municipio

Si è tenuto ieri il primo incontro tra i sindacati catanesi e il sindaco Salvo Pogliese dal giorno del suo reintegro a Palazzo degli Elefanti. È stata l’occasione che le organizzazioni sindacali  attendevano da mesi con una certa preoccupazione, dopo una pausa forzata  nel confronto con l’amministrazione comunale su temi sociali ed economici molto urgenti.

I segretari generali Cgil, Cisl, Uil e Ugl, Giacomo Rota, Maurizio Attanasio, Enza Meli e Giovanni Musumeci, definiscono quella di ieri  una “prova tecnica di dialogo”: “Il primo cittadino si è detto disponibile a riaprire tutte le questioni calde a partire da gennaio. Sembra dunque essere stato accolto il nostro grido d’allarme e il nostro invito a riaprire un dialogo costruttivo, in continuità con quanto avveniva prima che il sindaco lasciasse il Municipio.

Siamo anche soddisfatti che l’incontro di ieri fosse tra i primi segnati in agenda, a conferma che le richieste delle organizzazioni sindacali tirano in ballo questioni concrete e improrogabili. I problemi sui quali confrontarsi restano sempre urgenti: dai servizi sociali alla scuola, dall’igiene ambientale all’esigenza di comprendere come verranno spesi i fondi del Recovery Plan, e come sarà gestito il Patto per Catania. Vorremo anche conoscere i dettagli del Bilancio riequilibrato, un passaggio delicato che riguarda tutta la città e dal quale la città stessa non può essere estromessa come stava per accadere.

Siamo dunque soddisfatti di poter riaprire una nuova fase di dialogo con il Comune in occasione dell’apertura del nuovo anno. Rimboccarsi le maniche e guardare unicamente agli interessi della città è la nostra parola d’ordine da sempre, ma lo è a maggior ragione in un momento storico come quello attuale, segnato dalla crisi di vecchia data e dalla nuova emergenza pandemica”.

Rmdn

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*